Vittoriale degli Italiani

Gabriele D'Annunzio allestì il Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera fra il 1921 e il 1938 grazie alla collaborazione con l'architetto Gian Carlo Maroni al quale affidò il compito di chiudere le sue "memorie in una custodia di pietra" riservandosene l'addobbo.

Circondò con una cerchia di mura un complesso di edifici ai quali si giunge attraversando vie e piazze.

 

La visita al Vittoriale:

Subito dopo il doppio arco d'ingresso affacciato sul Lago di Garda, si presenta  il grande Anfiteatro sede di  stagioni teatrali.

Due piazze, l'Esedra e la piazzetta Dalmata, conducono: 
alla Prioria, testimonianza eccezionale della personalità, della sensibilità, dei gusti dannunziani, vi sono raccolti migliaia oggetti artistici, antiche statue lignee, ceramiche, vetri, argenti, tappeti, librerie che custodiscono una biblioteca che raccoglie circa 30.000 volumi, alcuni dei quali antichi e rari, oltre a cimeli che ricordano i momenti eroici della vita del Poeta. - 

L' Ala di Schifamondo che comprende: l'Auditorium con la mostra fotografica, l'aereo SVA 10 del volo su Vienna (1918) e un percorso didattico su d'Annunzio e il Vittoriale; il Museo di Guerra il cui allestimento valorizza il ricco e prezioso patrimonio storico legato all'esperienza militare di G. d'Annunzio....

....fontane, statue, giardini, gradini lungo tutto il percorso fanno di questo luogo una meta di migliaia di persone all'anno...